La leadership efficace

Leadership; il processo di influenza nelle persone per ottenere gli obiettivi desiderati.

La leadership si potrebbe definire basicamente la capacità di influire positivamente sugli altri esseri umani per ottenere una qualunque finalità. Se osserviamo attentamente, negli ultimi anni si è prestato speciale interesse in tutte le culture del mondo alla leadership.

La leadership si potrebbe definire basicamente la capacità di influire positivamente sugli altri esseri umani per ottenere una qualunque finalità. Se osserviamo attentamente, negli ultimi anni si è prestato speciale interesse in tutte le culture del mondo alla leadership, soprattutto nel gruppo umano imprenditore, poi gli educatori, i politici, ecc. e con questi sviluppi filosofici e riflessivi sul tema; la leadership si è affermata ed è divenuta una necessità, un'alternativa mediatrice di successi e gestione della potenzialità umana.

La leadership è quindi il processo di influenza sulle persone per ottenere gli obiettivi desiderati. Ma per essere un buon leader si deve avere:

  • Carisma, (perché non esiste possibilità, né è mai esistito un leader che non sia apprezzato dalle persone o seguaci, impiegati, ecc.)
  • Intelligenza (perché è necessaria l'intelligenza in questo processo prima dell'istinto ad esempio? Perché per essere un buon leader bisogna pensare, analizzare e infine progettare le strategie per ottenere un obiettivo comune).
  • Potere di convincimento (se non abbiamo credibilità, se non sappiamo esprimere le nostre idee e non sappiamo con sicurezza quello che esprimiamo, è molto difficile convincere).
  • Sensibilità (osserviamo che in ogni sistema il punto fondamentale è sempre il più flessibile, questo vuol dire che se non abbiamo qualità che ci permettono di percepire, accettare, riconoscere e agire con sensibilità, è molto difficile essere leader).
  • Integrità (avere valori e rappresentarli riassume fondamentalmente avere Integrità, si accompagna con l'etica e il modo in cui i valori si sono formati dentro di noi).
  • Audacia (o valore, se abbiamo paura di decidere da soli e assumere la sfida della leadership nelle nostre attività, è poco probabile che riusciamo ad essere leader).
  • L'imparzialità (obiettività e indipendenza fondamentale soprattutto nel momento di assimilare le opinioni esterne sulla nostra idea di leadership, dobbiamo accettare l'errore come una possibilità).
  • Essere innovatori (le grandi imprese, i grandi processi, sono sempre stati spinti da un'idea innovatrice, bisogna quindi cercare e sviluppare questo processo creativo interno che ci permette di sviluppare le nostre idee).
  • Tatto, per poter dirigere un gruppo di persone e che ci seguano volontariamente, motivandoli sempre, stimolandoli, per raggiungere così le mete desiderate, sia in squadra che singolarmente.
  • E la cosa più importante: che ognuno si senta soddisfatto e abbia la sensazione di guadagno e non di perdita, visto che il comando è un processo che vincola.

Il leader è una persona impegnata nell'assumere una posizione di potere per un impegno preso e alla convinzione in un ambiente di squadra. Quello che differenzia un leader dagli altri è il suo carisma e lo spirito di lotta incessante con lo scopo di ottenere un bene comune o meta nella vita; ricordiamo una frase di J.C. Penny: "Sono grato per tutti i miei problemi, dopo aver risolto ognuno di essi, diventavo più forte e più capace di affrontare quelli che dovevano arrivare, sono cresciuto nelle mie difficoltà", affermava il fondatore dei famosi negozi J.C. Penny's in USA qualche anno fa. Questo è un esempio semplice che ci insegna ad affrontare con valore e forza un processo di cambiamento come quello di prendere le redini della nostra leadership.

Per esercitare una leadership davvero efficace, abbiamo bisogno di quanto detto prima, ma il segreto reale si ottiene grazie alla componente fondamentale di qualunque processo, un'attitudine mentale positiva e l'organizzazione adeguata per una vita ben condotta; il che dipende non solo dal modo di vedere la nostra esistenza nel passato e nel presente immediato, ma anche dal nostro futuro. Io sono tra quelli che pensano che se ci è stata data la capacità di sognare è per qualcosa di speciale e questo qualcosa è che possiamo rendere i nostri sogni realtà, ognuno di loro. Pensiamo a questo: come fanno le persone di successo, i leader reali a mantenersi dove sono, ad esempio? Non si lamentano in ogni momento, sono attivi. Allora è essenziale per ottenere quello che vogliamo, una vita di leadership, pensieri positivi e visualizzare, pensare a cosa vogliamo. Bisogna pensare, visualizzando e desiderare con la stessa emozione che ci provocherà avere tutto in questo stesso istante.

Ricordo una frasi di Pope, un poeta che diceva: "La natura e le leggi naturali si nascondevano nella notte, finché Dio disse: Che nasca Newton" e ci fu la luce"…. Cari lettori, facciamo in modo che la luce arrivi in questo momento ad illuminare la nostra umanità, rafforziamoci, facciamo uscire e gestiamo le nostre idee, affrontiamo il mondo, diventiamo leader effettivi e raggiungiamo quello che vogliamo, ricordiamoci che nelle difficoltà il leader acquista le qualità per trionfare nell'abbondanza e se abbiamo dei problemi questi sono i benvenuti, che ci aiutino a migliorare sempre di più.


Nessun commento

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia

Scrivi il tuo commento in "La leadership efficace"

Commenti in Google+