Produzione del mate: Come si coltiva ed elabora industrialmente?

Il processo di elaborazione del mate

Essendo una pianta che richiede determinate caratteristiche sia del terreno che delle condizioni climatiche, non può crescere in qualsiasi zona. In Argentina, solo due province sono adatte al processo produttivo. Scoprilo!

Il processo di coltivazione del mate, dalla sua semina alla raccolta definitiva, comporta vari anni. Scopri come si sviluppa.

Coltivazione di mate

1.- Per prima cosa, il seme si semina in genere tra febbraio e marzo. Dicono gli specialisti che la sua germinazione è molto difficile per le caratteristiche particolare del seme del mate. Queste particolarità fanno ridurre la sua coltivazione esclusivamente in certe regioni in Argentina e la Repubblica del Paraguay.

2.- Dopo sei mesi dalla germinazione, si trapianta in vasi, dopo un processo di selezione delle piante. Che si fa tra ottobre e novembre, in primavera australe.

3.- Per il periodo di autunno e inverno si effettua il trapianto definitivo nei campi, quando la pianta ha raggiunto una determinata grandezza. In genere, si proteggono le piante a causa dell'intensità del sole e del vento.

4.- Quando il mate raggiunge la grandezza adeguata, si raccoglie, l'ultimo anello della catena produttiva del mate e il passo precedente all'elaborazione industriale.

Mate

Elaborazione industriale del mate

1.- Dopo aver effettuato la raccolta, le piante di inviano al processo di seccatura. Questo non è altro che un seccatura molto rapido che si deve effettuare entro le 24 ore dalla raccolta. È un processo cruciale: senza di esso, il mate non avrebbe il sapore caratteristico che possiede. Nelle ore successive si realizza il seccatura che permette di ridurre l'umidità fino al valore ottimale.

2.- Conclusi questi processi, si procede alla triturazione. Basicamente, è una triturazione grossolana. Ovvero, si trita l'erba ma non finemente, ed è poi pronta per essere consumata. Prima deve passare per un periodo di immagazzinamento che può essere di 6 mesi fino a due anni.

3.- In seguito a questo periodo, sarà pronto per entrare nei mulini, in cui si effettua la macinazione definitiva e l'imballaggio, per poi essere inviato nei negozi.

Pensi che potresti coltivare il mate in casa?

Grafico dell'indagine: Pensi che potresti coltivare il mate in casa?

Sì, penso non sia difficile e il clima mi aiuterebbe

102/63

Sì, anche se ho dei dubbi

76/39

No, preferisco comprarlo

82/45

Non lo so

49/40

Sei un consumatore abituale di mate?




1 commento in "Produzione del mate: Come si coltiva ed elabora industrialmente?"

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia
Stiamo caricando i commenti!

Monica ...

Buonasera, avrei un grande desiderio: poter coltivare una pianta di yerba mate. Io vivo in Trentino. Mi potrebbe dire il procedimento piu accurato e se questa pianta puo resistere? ABito a 430 mt sul livello del mare.
Grazie!

3

5 gen, 2017 - 15:29:13

Scrivi il tuo commento in "Produzione del mate: Come si coltiva ed elabora industrialmente?"

Commenti in Google+