Tinture vegetali casalinghe per batik

Come fare tinture naturali di vari colori per tinture al batik

Le tinture vegetali casalinghe si producono con le piante e sono indicate per tingere fibre naturali di lana, seta, lino e cotone. L'uso per il batik ti consente di creare controllando i colori, aggiungendo un tocco attrattivo in più a questa tecnica già di per sé interessante.

Le tinture usate di solito per le tecniche di batik possono essere care, o non così facili da trovare dove vivi. Fabbricare le tue proprie tinture naturali e casalinghe a base di piante e vegetali a tua disposizione può essere un'ottima alternativa.

I coloranti vegetali, in generale, si possono estrarre da varie parti delle piante. Si possono ottenere, ad esempio, dalle bucce delle cipolle, dalle noci, dai germogli di soia, le foglie di eucalipto e dalle foglie e semi del mango. Ma non sono gli unici in natura. Puoi sperimentare per trovare i colori che puoi ottenere da ogni pianta.

Procedimento per tingere stoffe con tinture casalinghe

  • Prima di tingere le stoffe, si raccomanda di lavarle in acqua bollente e sapone. Lascia bollire un'ora e poi mantieni in ammollo per un giorno, prima di sciacquare.
  • Dopo averla sciacquata, metti la stoffa nel mordente. Questo aiuterà a fissare il colore della tintura sulla stoffa per ottenere colori più intensi. Ci sono molte sostanze chimiche che si possono usare per questo scopo, in generale si raccomanda l'allume, ma se vuoi qualcosa di più semplice, prova con acqua e sale o con aceto. Puoi fare anche un mordente di ferro, bollendo per un'ora un po' di chiodi ossidati in un litro di acqua in cui aggiungi mezza tazza di aceto.
  • Tenuta la stoffa nel mordente, la sciacqui con acqua pulita e la metti nella tintura che avrai già preparato.
  • Preparazione della tintura vegetale:
    • Per preparare la tintura devi mettere una quantità sufficiente della pianta da cui l'estrai. La relazione può variare da una pianta all'altra, ma in genere c'è bisogno di circa 100 g per 2 litri di acqua.
    • Devi far bollire per almeno un'ora e colare. Sarà pronta per immergervi la stoffa.
  • La tintura dev'essere calda quando introduci la stoffa, ma non deve bollire, deve rimanere a fuoco lento per circa mezz'ora, mescolando ogni tanto fino ad ottenere il colore desiderato.
  • Poi togli la stoffa, la sciacqui bene e la lasci asciugare.

Puoi leggere di più sulle tinture usate con la tecnica batik in Anilina per batik.


Nessun commento

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia

Scrivi il tuo commento in "Tinture vegetali casalinghe per batik"

Commenti in Google+