Segreti per vincere l'ansia

Autoaiuto per combattere l'ansia

Sono molte le persone che ne soffrono, ma poche sanno che si può vincere l'ansia se si mantiene un'attitudine positiva e allegra nella Vita...

Si tende a dire che l'ansia è una di quelle "malattie" che fanno parte di questa nuova epoca che stiamo vivendo, soprattutto perché al giorno d'oggi siamo molto più coscienti dei "problemi" che psicologicamente ci colpiscono maggiormente.

E così come esistono soggetti diversi, in ogni persona esiste un tipo di ansia distinto, che la colpirà in maniera più o meno diretta, a seconda della situazione in cui ciascuno si trova.

Non per nulla, alcune teoria hanno evidenziato che si potrebbe associare la sua origine con i cambiamenti dei neurotrasmettitori cerebrali, poiché degli esperimenti condotti su animali hanno dimostrato che lo stimolo di aree cerebrali concrete (come il locus coeruleus, dove si trovano le cellule nervose che usano la noradrenalina) ha causato una sensazione simile alla paura, che potrebbe essere associata all'ansia.

Ma per capire fino a che punto ci condiziona, dobbiamo conoscere i vari sintomi con cui questa si manifesta; soprattutto perché così possiamo sapere se ne soffriamo davvero o no.

Tra questi sintomi troviamo due tipi ben diversi, considerando soprattutto il modo in cui si manifestano: psichico e fisico.

Per quanto riguarda i sintomi psichici, il nervosismo, la tensione, un'eccessiva preoccupazione per sé stessi e/o per gli altri, voglia di piangere irrefrenabile, sono alcuni dei più comuni.

Mentre, i vari sintomi fisici sono le vertigini, nausea, palpitazioni, debolezza, aumento della sudorazione, tremori, maggior frequenza respiratoria e colon irritabile.

Si può vincere l'ansia

Anche se si dice solitamente che una persona ansiosa lo sarà per tutta la vita, non c'è nulla di più sbagliato di questa espressione, e un comportamento ancora più sbagliato sarebbe non fare nulla.

Anche se è vero che una volta che si manifesta è difficile controllarla, nessuno dice che sia impossibile. Fondamentalmente perché ogni persona ha il potere - la facoltà - di prendere le cose con più calma, con più tranquillità, affrontando i vari eventi che possono accadere, in modo molto più positivo.

Dobbiamo pensare che le situazioni "ideali" o "perfette" non esistono, e che ogni esperienza che ci accade, per quanto dolorosa possa essere, può diventare un'opportunità in più per imparare, per vivere la quotidianità, con dei piccoli insegnamenti che le questioni più piccole ci offrono.

Non dobbiamo nemmeno, sebbene alcune circostanze siano davvero inevitabili, preoccuparci per i vari problemi che possono nascere, soprattutto per quelli piccoli che hanno una soluzione automatica.

In questo caso, sarebbe interessante adottare una buona frase, che dice quasi tutto: Se ha una soluzione, perché ti preoccupi? E se non ce l'ha, perché ti preoccupi?

Non bisogna dimenticare che proprio queste preoccupazioni quotidiane sono quelle che possono aumentare o no il nostro livello di ansia.

Il miglior modo possibile potrebbe essere adottare un comportamento positivo di fronte alla Vita, e affrontare i vari contrattempi che incontriamo.

Perché nessuno ha mai detto che la Vita è facile, ma è una bella esperienza che coltiviamo giorno dopo giorno.


1 commento in "Segreti per vincere l'ansia"

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia
Stiamo caricando i commenti!

LOREDANA BICEGO ...

mi ci sono ritrovata.la preoccupazione,il piangere e mi è piaciuta questa frase forse di osho o del budda Se ha una soluzione, perché ti preoccupi? E se non ce l'ha, perché ti preoccupi?

0

18 nov, 2014 - 23:26:32

Scrivi il tuo commento in "Segreti per vincere l'ansia"

Commenti in Google+