Trucchi per imparare a lavorare a maglia

Consigli per principianti nel lavoro a due ferri

Se sei principiante nel lavoro a due ferri, questi trucchi ti faciliteranno l’apprendimento. Eva María Torres, di DeLabores, ha raccolto una serie di consigli per tenere in considerazione quando si lavora a due ferri e li condivide con voi.

Note per principianti

  1. Iniziare con un filato nuovo.
    • Evita per tutti i mezzi di fare nodi per unire i punti, si formerebbero antiestetici nodi dietro il lavoro.
    • Così si raggiunge un cambio di colore invisibile. Nei bordi, lasciare libera la punta del vecchio filato e iniziare con il nuovo.
    • Poi, si dovrà solo prendere circa 3 cm di filato lungo i bordi, uno in su e uno in giù.
    • In ogni caso è meglio cominciare un gomitolo alla fine del giro.
    • “Entrare dietro del punto”. Questo significa che bisogna tenere il filato in questione, da dietro o rovescio ritorto.
  2. Leggi tutta la spiegazione, fino alla fine, prima di iniziare con il modello. Solo con interpretare male una virgola o parentesi si può fraintendere il modello e ostacolare il lavoro. Leggendo il testo completo si capisce il significato più facilmente.
    • Quando nelle spiegazioni s’includono varie taglie, sottolineare quella che ci interessa con colore. Ti risparmia tempo e qualche possibile errore.
  3. Lavati le mani sempre prima d’iniziare, le mani stanno sempre toccando e contengono qualche sporcizia per lo quale si potrebbe macchiare il nostro lavoro e se di cotone bianco si vede alla fine.
  4. Se si lavora a maglia con due qualità diverse si deve tenere in considerazione:
    • La dimensione indicata nella etichetta del gomitolo. Deve essere il più simile possibile.
      Nonostante, anche se non vai a lavorare con due filati diversi, fai un campione, con il numero di aghi che si specifica. A volte non concordano il numero di aghi, o non ti piace come resta e potrai confrontarlo.
    • Guarda le indicazioni sulla cura della lana. Queste devono coincidere in entrambi i casi, per evitare delusioni dopo il lavaggio.
  5. Per le mani troppo secche, vanno bene alcune gocce di glicerina nelle mani ancora umide e massaggiare. Qualità come la viscosa, seta, ecc., non resistono le mani ruvide.
  6. Un libro di appunti ti aiuterà in futuro, se vuoi allungare o modificare qualche indumento. Così hai sempre a portata di mano le indicazioni sulla lana, n° di aghi, cure, campione orientativo, ecc…
    • Contagiri: Si aggancia alla fine dell’ago e ti risparmia di contare i giri. Ma, non dimenticare in nessuno dei ferri di girare il marcatore.
  7. Quando fai su un gomitolo, non stringere troppo il filato, lascialo con amore, che resti mollo come lo richiede la lana. Altrimenti si allungherà il filo e non rimarrà uguale il tuo indumento.
  8. Quando si fa un vestito tieni in considerazione il colore, compra la quantità necessaria di un colpo, dello stesso lotto (scritto anche sulla etichetta)
    • È meglio peccare per eccesso di lana. Poi puoi fare qualche complemento come berretto, guanti, o sciarpa. Altrimenti si può avere problemi con il colore.
    • Leggi nell’etichetta le cure della lana. Se non ci sono, lava una parte e osserva come reagisce la lana dopo il lavaggio.
    • Se vuoi utilizzare un’altra lana diversa da quella del modello, lasciati guidare dalla composizione e dimensione di essa. E il campione di orientamento è imprescindibile.
  9. Non è neanche bene, introdurre i ferri tra il lavoro quando lo lasciamo per domani. Puoi ottenere risultati non desiderati. Metti dei tapponi che vendono perché non escano i punti. Il gomitolo lo puoi attaccare così ai ferri e avrai tutto insieme.
    • Finisci i giri, non lasciarli a metà, avrai un miglior risultato sul lavoro.
  10. Lavare gli indumenti a mano, stringendoli, senza strofinare, con acqua fredda e sapone neutro. Lasciarli asciugare all’ombra, sulle corde. In questo modo non si deformeranno. È consigliabile non usare lavatrice né tantomeno l’asciugatrice. Occhio! L’asciugatrice stringe gli indumenti di lana anche se questi non sono al 100 % di lana.
    • Mettili via dentro l'armadio piegati sempre, perché sugli appendini tendono a deformarsi.

    Puoi trovare la spiegazione dei punti basici di lavoro a due ferri, cliccando su questo link.

Fonte della immagine.


Nessun commento

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia

Scrivi il tuo commento in "Trucchi per imparare a lavorare a maglia"

Commenti in Google+