Si possono eliminare i funghi da un alimento e mangiarne la parte sana?

Attenzioni da considerare

L'alimentazione è una cura basica essenziale per mantenere la salute dell'organismo in ottime condizioni. A volte non sappiamo che qualche abitudine che seguiamo può portare dei gravi disturbi. Come nel caso dei funghi degli alimenti, cosa devi fare?...

È probabile che ne trovi ogni giorno: funghi sugli alimenti. Li puoi trovare nella frutta, nella verdura, nel pane, nel formaggio, ecc.

A volte solo una piccola parte degli alimenti viene colpita da questi microrganismi e quello che in genere facciamo è toglierli e usare solo la parte sana. Vero?

Ma non ti sei mai chiesto: è sano fare così?

Che cosa sono i funghi

Si tratta di organismi pluricellulari del regno Fungui, che spesso possono esere visti ad occhio nudo o con un microscopio.

Possiedono rami e radici che hanno l'aspetto di fili sottili. Spesso davanti alla presenza di un fungo in un alimento, è difficile vedere come sono distribuiti al suo interno.

Il problema risiede soprattutto nel fatto che spesso nelle ramificazioni dei funghi risiedono dei batteri.

Questo può causare problemi per la salute? La risposta è affermativa, prendi nota delle sue conseguenze…

Effetti collaterali dei funghi

Esistono un'infinità di funghi, alcuni possono causare:

  • Reazioni allergiche
  • Problemi respiratori
  • Malattie

Presenza di funghi negli alimenti

Devi ricordare che quando trovi un alimento con funghim soprattutto se la parte colpita è grande, quasi sicuramente esistono delle ramificazioni e radici quasi invisibili ma che toccano il resto dell'alimento.

Ti chiederai: questi funghi sono pericolosi per la salute?

Come dicevamo prima, alcuni sono inoffensivi, altri possono causare reazioni allergiche e alcuni producono mico tossine che possono provocare seri disturbi per la salute.

Lemico tossine sono sostanze velenose prodotte dai funghi che di solito si trovano nel grano, noci, sedano, succo d'uva, mele e altra frutta e verdura.

Una delle peggiori mico tossine si chiama aflatossina, e gli scienziati hanno scoperto essere capace di provocare il cancro.

L'aflatossima ama vivere nel mais e nelle arachidi.

Non tutti i funghi sono cattivi

Ovviamente, non tutti i funghi che vedi negli alimenti rappresentano un rischio per la salute. Infatti, alcuni si usano nell'elaborazione di alcuni formaggi, come il Brie o il Camembert.

Nel caso del Roquefort, Gorgonzola e quello blu, sono preparati con il fungo P. roqueforti o spore di Penicillium roqueforti.

Ovviamente questi funghi si possono consumare e non rappresentano un danno per la salute.

In quali condizioni crescono i funghi

In genere preferiscono gli ambienti caldi e umidi, ma non fidarti troppo, perché, come forse avrai notato, a volte possono crescere anche in frigo.

Ci sono funghi che preferiscono il sale, lo zucchero, e anche alimenti molto curati come il caso di prosciutto, salame, ecc.

hongos

Come prevenire che negli alimenti si formino funghi

Per evitare che i funghi crescano e invadano il tuo cibo, devi mantenere alcune abitudini:

  • Cerca sempre di coprire gli alimenti in modo che le spore che ci possono essere nell'aria non li contamini.
  • Usa recipienti di conserva con coperchio per gli alimenti che vanno a male e congelali correttamente.
  • Consuma gli avanzi solo fino a tre o quattro giorni dopo averli cucinati.
  • Pulisci il frigo una volta al mese con una soluzione di 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio sciolto in un quarto d'acqua.
  • Mantieni puliti i panni, la spugna per lavare i piatti e altri utensili che usi ogni giorno..
  • L'ideale è che gli ambienti della tua casa non abbiano più del 40 % di umidità ambientale.

Come agire con i funghi

Se trovi funghi in:

  • La carne e nei sottaceti: elimina l'alimento.
  • Avanzi di carne e pollo: elimina l'alimento.
  • Avanzi di cibo: eliminali.
  • Grano cotto e pasta: eliminali.
  • Formaggi duri: elimina 1 cm sotto il fungo e usalo ancora.
  • Formaggi morbidi: eliminali.
  • Yogurt e formaggio cremoso: eliminali.
  • Mermellate e composte: eliminale.
  • Frutta e verdura dure (carote, cavoli, ecc.): elimina 1 cm sotto il fungo e usa ancora.
  • Frutta e verdura morbide (cetriolo, pomodoro, ecc.): eliminali.
  • Pan e altri prodotti da panetteria: buttali via.

La prossima volta che trovi un alimento con i funghi, valuta la sua grandezza e in quale alimento si trova per evitare complicazioni future per la tua salute.

Cosa fai quando trovi funghi negli alimenti?

Grafico dell'indagine: Cosa fai quando trovi funghi negli alimenti?

Tolgo il fungo e consumo l'alimento

22/10

Butto subito via l'alimento

17/5

Ho molti dubbi e non so cosa fare

8/9

Ti sei mai ammalato per aver mangiato un alimento con funghi?




IMPORTANTE: La missione del "Si possono eliminare i funghi da un alimento e mangiarne la parte sana?" è aiutarti a informarti, MAI sostituire il medico.

Nessun commento

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia

Scrivi il tuo commento in "Si possono eliminare i funghi da un alimento e mangiarne la parte sana?"

Commenti in Google+