Fiore d'Ibisco e il suo effetto sul diabete

Come controllare la glicemia con il fiore d'Ibisco

Il fiore d'Ibisco è una pianta conosciuta per i suoi vari usi terapeutici, come ad esempio il suo effetto positivo sul diabete. In questo articolo ti forniamo informazioni su come agisce il fiore d'Ibisco nel controllo della glicemia.

Il fiore d'Ibisco, conosciuto con il nome scientifico di Hibiscus sabdariffa, è una pianta utilizzata per abbassare il colesterolo, i trigliceridi, prevenire malattie cardiovascolari e controllare la glicemia, con un effetto positivo sul diabete.

Molti studi scientifici sono stati condotti per provare i benefici del fiore d'Ibisco su varie malattie, tra cui anche il diabete.

Come controllare la glicemia con il fiore d'Ibisco?

  • Riduci l'attività dell'enzima intestinale alfa-glicosidasi. Inibendo la sua attività, l'assorbimento di glucosio da parte dell'intestino diminuisce, evitando il suo passaggio nel sangue.
  • In questo modo si abbassa il glucosio post prandiale, ovvero, il glucosio dopo i pasti.

Inoltre, il fiore d'Ibisco aiuta a ridurre altri fattori di rischio per il diabete, come l'ipertensione arteriosa e l'ipercolesterolemia.

Si può concludere affermando che la pianta del fiore d'Ibisco non solo aiuta a controllare la glicemia, ma anche il colesterolo e la pressione arteriosa.

Ricorda che per qualunque dubbio, devi consultare il tuo medico, poiché il fiore d'Ibisco presenta anche delle controindicazioni.


IMPORTANTE: La missione del "Fiore d'Ibisco e il suo effetto sul diabete" è aiutarti a informarti, MAI sostituire il medico.

Nessun commento

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia

Scrivi il tuo commento in "Fiore d'Ibisco e il suo effetto sul diabete"

Commenti in Google+