Lino e gravidanza

Controindicazioni del lino per la gravidanza e l'allattamento

Il lino è diventato un interessante prodotto indicato per chi vuole perdere peso. Ma durante la gravidanza non è raccomandato, perché può causare delle alterazioni ormonali.

Le donne che vogliono consumare il lino per perdere peso e sono incinte o allattano, devono fare attenzione nell'assumerlo. Anche se non ci sono evidenze certe, potrebbe portare alcuni inconvenienti.

Secondo degli studi effettuati su animali, l'uso del lino o il suo olio, non sono raccomandati in gravidanza e allattamento. Sono stati evidenziati degli effetti collaterali nei roditori trattati, come stimolare le mestruazioni e altri effetti ormonali che non sono raccomandabili in gravidanza.

Si è anche visto che l'acido linoleico in formato capsule di olio di semi di lino può ritardare il tempo del parto spontaneo. Ad ogni modo, non se ne raccomanda l'uso.

È importante, inoltre, leggere questo articolo sul lino e le sue controindicazioni. Può causare stitichezza, ostruzione intestinale, reazioni allergiche o flatulenza, oltre ad altri problemi.

Sei incinta e vuoi consumare il lino? Conosci le controindicazioni di questo prodotto? Hai esperienza da condividere al riguardo? Allora lascia il tuo messaggio nel nostro forum dedicato al lino e la gravidanza.


IMPORTANTE: La missione del "Lino e gravidanza" è aiutarti a informarti, MAI sostituire il medico.

Nessun commento

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia

Scrivi il tuo commento in "Lino e gravidanza"

Commenti in Google+