Mappa di riflessologia dei piedi

Punti di riflessologia sui piedi

La riflessoterapia è una delle tecniche più usate nelle Terapie Naturali. Ma che cos'è e in che cosa si basa esattamente? Cosa sentiamo quando riceviamo una sessione di riflessoterapia? In quali parti del corpo la possiamo effettuare?

La riflessoterapia è una tecnica antica, di cui già si era al corrente nel periodo egizio e indù.

All'inizio del XX secolo, la Riflessologia venne sintetizzata e strutturata dal Dr. William Fitzgerald, che, basandosi sulle conoscenze apportate sia dalla medicina scientifica che da quella tradizionale, creò questa terapia manuale, che denominò Terapia Zonale.

Durante il secolo scorso, Eunice Ingham, il Dr. Joe Reilly e Hanne Marquardt, tra altri, hanno continuato a praticare e sviluppare i principi della Terapia Zonale, applicandola solo ai piedi.

Negli ultimi dieci anni si sono scoperti nuovi campi di proiezione olografici dell'organismo in aree localizzate del corpo umano, come le orecchie, il cranio, il naso, la mano e la cavità orale. Ma il trattamento applicato nel microsistema del piede è considerato il più antico, quello più diffuso e il più efficace nella esperienza terapeutica della Riflessologia.


Pittura della tomba di Ankmahor conosciuta come la tomba dei medici, datata al 2330 a.C.

La riflessoterapia consiste nella connessione tra il sistema nervoso e gli organi interni. Si localizzano in determinati punti o zone riflesse che si trovano nei piedi, mappa riflesso delle strutture organiche. La stimolazione delle stesse crea una risposta sui vari organi, portando a miglioramenti importanti sul sistema e le strutture del corpo umano.

La diagnosi riflessoterapica si svolge con pressioni sulle zone riflesse, individuando l'organo bloccato, con alterazioni nella sensibilità della zona premuta. Una volta individuata la diagnosi, attraverso tecniche di pressione sulle zone microriflesse si crea un aumento o liberazione di energia, a seconda del tipo di blocco. Questo apporta l'equilibrio necessario per il corretto funzionamento degli organi, sia dal punto di vista preventivo che terapeutico, attivando il sistema immunologico e risolvendo il blocco.

Mappa di Riflessologia dei Piedi

Per i trattamenti riflessologici la prima sessione solitamente è più lunga, in quanto si fa un percorso per tutti i punti, ricercando i possibili disequilibri da trattare nelle successive sessioni.


Nessun commento

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia

Scrivi il tuo commento in "Mappa di riflessologia dei piedi"

Commenti in Google+