Quali sono i prodotti transgenici più comuni

Fai attenzione quando fai la spesa

I prodotti transgenici, da un lato, hanno un aspetto che sembra positivo. Ma possono, però, essere dannosi. Perché? È proprio quello che saprai dopo aver letto questo articolo, scoprendo gli elementi da evitare.

I prodotti transgenici sono quelli che hanno subito una modificazione genetica per cambiarne il colore, il sapore e persino il processo di maturazione. I prodotti manipolati geneticamente in genere sono frutta e verdura, per renderli più resistenti agli insetti, malattie e pesticidi.

Anche se questi alimenti hanno i loro benefici, come la tolleranza a fattori esterni quali gelate, cambiamenti climatici, e una migliore qualità di semi, è anche vero che presentano degli svantaggi che includono la contaminazione di frutta, verdura e terreno con potenti pesticidi, la formazione di malattie e erbe matte più resistenti, come anche il commercio generato da poche imprese che vogliono avere il controllo totale dell'agricoltura (conosci Monsanto?), commercializzando semi sterili che si possono usare solo una volta, obbligando chi vuole coltivare a doverli comprare ogni volta.

Le conseguenze per l'ambiente sono comprovate e si ritiene che potrebbero anche causarne alla popolazione mondiale, con allergie e diverse reazioni collaterali che sono ancora in fase di studio.

Gli alimenti transgenici sono più presenti nella tua dieta di quanto pensi, In Europa circa il 60% dei prodotti alimentari commercializzati ogni giorno lo sono, mentre in America il numero raggiunge il 90%. Questo rappresenta un numero enorme e include la maggior parte dei prodotti.

Scopri i più comuni:

Mais

Il masi è uno degli alimenti transgenici più coltivato e la maggiore parte è per il consumo umano. Questo cereale modificato può contaminare altre specie vicine attraverso l'impollinazione, uccidere insetti necessari e persino causare allergie e l'aumento di peso.

Soia

Tra l'80 e il 90% di quella consumata nel mondo non è organica, quindi è stata modificata, carica di pesticidi e prodotti chimici.

Olio di canola

L'olio di canola, estratto dai semi di colza, è uno dei meno sani che si trovano sul mercato. Non solo contiene acidi grassi dannosi e tossici per l'organismo, ma quasi l'intera sua produzione è transgenica.

Latte vaccino

Non tutti gli alimenti modificati geneticamente sono vegetali, anche gli animali sono modificati per migliorare il loro rendimento con ormoni, avendo effetto sugli alimenti derivati.

Anche se il latte è solitamente raccomandato per il suo contenuto di calcio, buono per le ossa, non è l'unica cosa che contiene. Alle mucche da latte vengono dati degli ormoni per la crescita per migliorare il rendimento e la produzione. È stato dimostrato che questi ormoni finiscono nel latte e quindi in chi lo consuma, e nel frattempo continuano ad avere un effetto potenziante.

Soja

Ma non tutte sono cattive notizie, ci sono anche alternative biologiche, che non danneggiano l'ambiente né il corpo e spesso dipendono da commercianti indipendenti o piccoli imprenditori che possiedono il proprio orto e vendono quello che fanno crescere.

In alcune città europee e in America ci sono già dei supermercati biologico in cui puoi trovare ogni tipo di prodotto. Per questo, pensa al perché di scegliere prodotti biologici. È una tua decisione!

Preferisci prodotti organici a quelli transgenici?

Grafico dell'indagine: Preferisci prodotti organici a quelli transgenici?

93

No

13

A volte

13

Quali compri?




IMPORTANTE: La missione del "Quali sono i prodotti transgenici più comuni" è aiutarti a informarti, MAI sostituire il medico.

Nessun commento

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia

Scrivi il tuo commento in "Quali sono i prodotti transgenici più comuni"

Commenti in Google+