Come aumentare la bassa autostima

Cos'è la bassa autostima

Dare la colpa agli altri, la negazione, non riuscire ad esprimere i propri sentimenti, dipendere dagli altri per accettarsi, non avere limiti; ci sono alcuni sintomi che ci possono aiutare a scoprire se si soffre di bassa autostima. Vorrei condividere con voi le mie esperienze:

Bassa autostima sintomo 1: Dare la colpa agli altri

È quello che frequentemente definiamo lamentarsi. Mi sono lamentata per molto tempo, e ovviamente era sempre colpa degli altri. Mi sono accorta che questo tipo di comportamento è sintomo di bassa autostima perché lamentarsi degli altri e dare loro la colpa significa non assumersi le responsabilità. Se non ci assumiamo le responsabilità, saremo sempre vittime delle circostanze. Questo è un segnale di bassa autostima. Come migliorare: Ho preso la decisione di non lamentarmi più. Ogni volta che mi rendo conto di lamentarmi, mi fermo e mi dico: Carla, è il momento di assumerti le tue responsabilità.

Bassa autostima sintomo 2: Negazione

Questa è il mio preferito. Credo di aver vissuto molti anni nella negazione. In passato minimizzavo sempre le cose e mi dimenticavo degli eventi. Non volevo sentire dolore, nonostante l'evidenza, tendevo ad insistere che non fosse vero. Ad esempio, quando mio padre morì, erano le 23.00 e chiamai un'amica dicendole di dover comprare delle cose, e iniziai a parlare di cose superflue. Mi conosceva molto bene e mi lasciò parlare. Quando mi fermai, mi disse: Mi dispiace molto per la morte di tuo padre. Questo è un sintomo di bassa autostima.

Come migliorare: Io presi la decisione di iniziare ad ascoltare le mie emozioni. Mi resi conto che è meglio sentire dolore singolarmente piuttosto che sentire un dolore costante senza conoscerne il motivo. è come avere mal di denti ed evitare di andare dal dentista per non provare dolore. E prendiamo la medicina sperando che il dolore se ne vada, finché non riusciamo più a sopportarlo e chiamiamo il dentista.

Bassa autostima sintomo 3: Non riuscire ad esprimere i propri sentimenti

Non riuscire a esprimere ciò che sentiamo è non riuscire a sentire le proprie emozioni. Questo era il mio preferito. Perché non riuscivo mai a esprimere ciò che sentivo. Se, ad esempio, ero arrabbiata, non riuscivo mai a esprimere la mia rabbia. Se qualcuno mi chiedeva: "cos'hai, sei arrabbiata?" Io sorridevo e dicevo di no. In realtà vivevo in confusione con le mie emozioni e avevo molta paura di esprimerle. Non capivo che la rabbia poteva essere un sentimento sano, perché avevo sempre creduto fosse negativo e la respingevo. Questo è un segnale di bassa autostima.

Come l'ho superato? Ho deciso di essere forta e iniziare ad esprimere i miei sentimenti, indipendentemente dalle conseguenze. Ad esempio, mio marito arriva sempre tardi. Io sono molto puntale. Ogni volta che usciamo insieme, io sono pronta e lui continua a perdere tempo. Questo mi fa arrabbiare molto. In passato sorridevo e non dicevo nulla perchè non volevo rovinare tutto. Ma un giorno ho preso forza e gli ho detto: "Davvero, mi dà molto fastidio e mi fa arrabbiare il fatto che tu non sia mai pronto quando dobbiamo uscire". Solo esprimere in modo sano ciò che provo, invece di reprimerlo, mi fa sentire bene con me stessa.

Bassa autostima sintomo 4: Dipendere dagli altri per accettarsi

Dipendevo dagli altri per accettare me stessa, era come: "Se ti piaccio, va tutt bene, io sto bene. Se non mi accetti, c'è qualcosa di sbagliato in me". Cercare sempre l'approvazione degli altri è sintomo di bassa autostima.

Come migliorare: Beh, ho capito che le persone hanno diversi punti di vista, che a volte proiettano su di noi le loro frustrazioni e che se qualcuno mi vuole davvero bene, accettarà come sono. Mi sono sentita molto liberata quando l'ho capito: non possiamo compiacere tutti. Questa attitudine mi ha aiutato molto ad accettare me stessa, nonostante le opinioni degli altri.

Bassa autostima sintomo 5: Non porre dei limiti

Fino a qualche tempo fa, non ero in grado di differenziare tra i miei problemi e quelli altrui. Lasciavo che gli altri mi invadessero con i loro problemi e situazioni. Questo comportamento è relazionato con l'incapacità di dire "no". Vivevo così in confusione che quando qualcuno arrivava con un problema, lo facevo mio. Ad esempio, incontriamo una persona che non conosciamo bene, e che questa inizia a chiedere cose molto personali e, invece di mettere dei limiti, le rispondiamo pur non senza volerlo. Questo è un segno di bassa autostima.

Come migliorare: Ho deciso di porre dei limiti e gestire le situazioni in maniera diversa. Nel caso sopra, dico semplicemente: "in realtà non me la sento di rispondere a questa domanda". Porre dei limiti è molto importante, possiamo aiutare altre persone, essere educati, ma ricordando sempre che c'è un posto dentro di noi che dobbiamo rispettare senza aver paura di essere respinti.


Nessun commento

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia

Scrivi il tuo commento in "Come aumentare la bassa autostima"

Commenti in Google+