Tè di 7 fiori: a cosa serve e quali sono le controindicazioni

Tè di sette fiori, un rimedio efficace casalingo per dormire

Ti piacciono gli infusi floreali? Allora ti piacerà questo tè, con unisce 7 fiori diversi; una bibita dal sapore leggero e gradevole. In questo articolo non solo imparerai a preparalo, ma scopri il suo potere curativo. Non te lo puoi perdere!

Cosa sono gli azahar

Forse non sai che azahar è un termine arabo che significa fiore bianco. I fiori di azahar provengono da diverse piante, in generale arancio, limone e altri agrumi.

Da tempi antichi si conosce e usa il potere medicinale del tè di 7 azahar per lo stress, per alleviare mal di testa e conciliare il sonno, oltre ad altre malattie nervose.

Oggi i ricercatori hanno scoperto che gli azahar hanno in genere in comune un composto naturale chiamato esperidina, responsabile dell'effetto sedante. Ma ti chiederai: quali sono gli azahar di questo tè? Prendi nota della seguente lista.

COsa contiene il tè di 7 fiori

Anche se si tratta di un tè che puoi comprare in vari negozi, come naturali, casa specializzate in tè o anche in supermercato, la sua composizione è quasi sempre la stessa. Bisogna sottolineare che puoi anche prepararla in casa. Di solito è composto da fiori di:

  • Passiflora
  • Tiglio
  • Valeriana
  • Pompelmo
  • Arancio
  • Lemon grass
  • Cedro

Vuoi sapere a cosa serve il tè di 7 fiori? Leggi con attenzione qui sotto.

Benefici del tè di 7 fiori

Da un po' di tempo, dei ricercatori dell'Università Nazionale Autonoma del Messico hanno studiato il contenuto di questo tè esotico, scoprendo cosa possiedono in comune i fiori che lo compongono, un composto attivo chiamato esperidina.

A quanto pare, questa sostanza ha la capacità di stimolare i recettori dell'adenosina. Un altro composto che si forma di giorno nel cervello, per poter dormire quando arriva la notte. Per questo motivo, il 7 dei 7 fiori può aiutare a:

  • Conciliare il sonno.
  • Rilassare il corpo e la mente.
  • Calmare stati nervosi.
  • Ridurre lo stress.
  • Recuperare da svenimento.
  • Alleviare dolori mestruali.

Ma non dimenticare che come qualsiasi altro infuso di erbe medicinali, il tè dei 7 fiori ha anche le sue controindicazioni. Quali? Scoprile qui.

Controindicazioni del tè dei 7 fiori

Anche se si tratta di una bevnda sicura, il suo consume prevede anche delle restirizioni, perché considerando il suo effetto tranquillizante, può influire sulla tua coscienza e riflessi. Ti raccomando di non berla come tè per domire nei seguenti casi:

  • Gravidanza.
  • Guidare.
  • Compiti che richiedono molta attenzione.
  • Se consumi tranquillizzanti.
  • Se sei allergica ad alcuni fiori che ne fanno parte.
  • Se soffri di bassa pressione.
  • Se hai meno di 12 anni.

Adesso conosci sia i benefici che le controindicazioni, vuoi imparare a prepararlo? Prendi nota dei seguenti consigli.

Come fare il tè dei 7 fiori

Come dicevo, questa preparazione di fiori la puoi trovare in vari negozi, sia in formato di sacchetti o di fiori. Ma puoi anche preparare la composizione in casa.

La primavera è una delle epoche migliori in cui prepararlo perché potrai trovare molti fiori da raccogliere e conservare. Quando il fiore è completamente secco, potrai conservarlo in un contenitore in frigo per usarlo poi quando vuoi.

  • Metti una pentola con acqua sul fuoco.
  • Quando bolle, spegni il fuoco e metti nella pentola i fiori con un cucchiaino per persona.
  • Copri e lascia riposare per 10 minuto.
  • Cola e serviti una tazza.
  • Se vuoi, puoi addolcire con miele, zucchero o stevia.

Bevi una tazza di questo delizioso tè prima di dormire o quando ti senti nervoso.

Altri rimedi casalinghi per dormire

Se hai già provato il tè di fiori e non ti è servito per dormire, puoi ricorrere ad altre alternative naturali. C'è una gran varietà di tè e infusi che possono essere miracolosi rimedi casalinghi per dormire. Ti raccomando di dare un'occhiata alla seguente lista.

  • Infusioni di erbe medicinali. Scopri varie opzioni di infusi che hanno un effetto soporifero, che ti saranno molto benefiche per riposare profondamente, senza nessun effetto secondario.
  • Tè di passiflora. Scopri come si prepara e qual è il meccanismo per il quale questo tè curativo può aiutarti a risolvere questo problema. Il segreto è consumarlo 10 minuti prima di andare a dormire. Il suo grande potere sedante è il principale beneficio.
  • Rimedio di miele e sale dell'Himalaya. Scoprirai una ricetta semplice, elaborata con ingredienti naturali e facile da preparare, che ti sarà molto utile per dormire e recuperare il ritmo normale.
  • Semi di zucca. Una ricetta molto semplice da realizzare, che offre proprietà sedanti per riposare bene.

té de azahares

Altri tè e infusi floreali

I tè floreali sono una delle varietà più richieste come bevande calde perché hanno un sapore molto delicato che spesso non richiedono dolcificanti. Se sei amante di questo tipo di tè, ti interesserà conoscere questa lista.

  • Infusione di marcela. Questa bevanda può aiutarti per prevenire diversi disturbi gastrointestinali, perché uno dei maggiori benefici della marcela è la proprietà digestiva naturale e stimolante nella produzione della bile.
  • Infuso di madreselva. Molto usata nella medicina cinese come rimedio naturale, perché aiuta ad abbassare la febbre, trattare raffreddori e influenze, infiammazioni della pelle e disturbi gastrointestinali.
  • Infusione di rosa moscheta. Una bevanda elaborata con i frutti a forma di bulbi di questa varietà di rosa. Una bevanda che ti piacerà preparare perché possiede un aroma e un sapore molto gradevole. Inoltre, può aiutarti a trattare vari disturbi, perché aumenta le difese dell'organismo.
IMPORTANTE: La missione del "Tè di 7 fiori: a cosa serve e quali sono le controindicazioni" è aiutarti a informarti, MAI sostituire il medico.

Nessun commento

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia

Scrivi il tuo commento in "Tè di 7 fiori: a cosa serve e quali sono le controindicazioni"

Commenti in Google+