Le piante come medicina e contro l'ipertensione, secondo Facundo Bitsch

Seconda parte dell'intervista con Facundo Bitsch

Nella prima parte dell'intervista, il dottor Facundo Bitsch ci ha raccontato come l'alimentazione sia una base curativa per eccellenza. Adesso, ci spiegherà di più sulle piante medicinali e l'ipertensione. Segui i suoi consigli!

La settimana scorsa hai letto di sicuro la prima parte dell'intervista con il dott. Facundo Bitsch, un medico argentino specialista nella medicina naturale e l'alimentazione curativa. Ha fatto riferimento al tema delle abitudini alimentari e di come si ripercuotono sull'organismo. Adesso, vedremo come le piante e la natura possono aiutarci a combattere le malattie. Non te lo perdere!

-Per iniziare, come ha iniziato ad entrare nel mondo dei rimedi naturali e le piante medicinali?

-Quando ero piccolo, se mi ammalavo, mia nonna mi trattava con i clisteri e conosceva dei trattamenti naturali che aveva imparato nel libro di Lazaeta Acharan. A 13 anni frequentavo uno psicologo che mi dava dei trattamenti naturali e a 15 anni andavo dall'iridologo che mi dava trattamenti naturali, che mi piaceva seguire, anche se mi facevano perdere molto tempo in cucina per preparare i tè che mi prescriveva. Ogni giorno mi appassionavo nel sapere sempre di più sui trattamenti naturali, era un mondo nascosto per me in quel momento.

A 16 anni volevo essere chef, perché già da piccolo mi piaceva cucinare e mangiare molti dolci, ma non volevo studiare, e ancora meno fare un lungo percorso di studi. Se c'era una facoltà che mai avrei fatto, era quella di medicina, era totalmente contrario alla mia natura.

Con il tempo le cose sono cambiate, Dio aveva altri progetti per me. A 16-17 anni ho letto un libro: "Come vivere sano". Dopo averlo letto, ho smesso di bere alcool e sono diventato lacto-ovo-vegetariano a 18 anni. Mi sono detto, se l'alimentazione influisce tanto sulla salute, se fosse cuoco farei del male alle persone, quindi mi sono chiesto: Perché non studiare medicina e fare del bene alle persone? Quindi tutto iniziò con un'idea pazza nella mia testa, che con il tempo è maturata fino a dare i suoi frutti.

Facundo Bitsch

-Crede che la medicina naturale, basata sul fondamento delle proprietà delle piante, possa sostituire la medicina allopatica?

-Certo che sì, soprattutto nei casi di malattie croniche, casi in cui la medicina allopatica non può curare (invertire) la malattia, ma che può solo trattare (sopprimere) i sintomi dei pazienti, lasciando un'infinità di effetti collaterali. Ciò perché la medicina allopatica non tratta la causa della malattia, ovvero la radice del problema del paziente. Bisogna chiarire che non è sufficiente la fitoterapia, ma un insieme di trattamenti che accompagnano la fitoterapia congiuntamente, quelli che uso per aiutare il paziente nel recuperare la salute.

In caso di malattie acute, bisogna vedere il caso particolare e la condizione specifica del paziente, in base a ciò, vedere se si può trattare con la medicina naturale e si può somministrare al paziente trattamenti di idroterapia se necessario.

-Un altro dei problemi gravi di questi tempi è l'ipertensione arteriosa, come si può trattare mediante fitoterapia?

-Per quanto riguarda l'ipertensione arteriosa, si può trattare con erbe come il vischio europeo, il biancospino, l'ulivo, l'ibisco o la rosa della Jamaica, boldo brasiliano, rauwolfia, solo per citarne alcune.

Ma secondo la mia esperienza, il trattamento fitoterapico non è sufficiente, ma bisogna trattare il paziente in modo integrale, cercando la causa specifica dell'ipertensione. Può essere qualche malfunzionamento di un organo, o come si definisce l'"idiopatica", poiché se ne ignorano le cause, secondo i libri di medicina, poiché le vere cause dell'ipertensione sono problemi di stile di vita, l'aspetto fisico, mentale o spirituale della persona.

Nel fisico, l'alimentazione troppo grassa, con cibo spazzatura con alto contenuto di sodio (sale), la vita sedentaria, il consumo di caffè, tè o mate e altre sostanze con caffeina, sovrappeso, sono alcuni fattori. Per quanto riguarda l'aspetto mentale, la preoccupazione, lo stress, non godersi la vita, la rabbia, l'ira. Nello spirituale, la colpa o il rancore, secondo degli studi dell'ospedale Avventista della Florida.

-Infine, questo spazio è per chi voglia aggiungere qualcosa che ritenga necessario, o raccontarci dove si possono vedere i tuoi lavori.

-Chi desidera, può visitare www.medicinaintegralnatural.com, dove potrà trovare testimonianza di persone, consigli, novità, notizie e molto altro.

Come puoi vedere, anche il dottor Bitsch è cambiato grazie alle abitudini naturali, l'alimentazione naturale e le piante. Forse potrebbe essere il tuo turno! Basta solo provarci.

¡Non dimenticare di leggere la prima parte dell'intervista!

Usi piante medicinali?

Grafico dell'indagine: Usi piante medicinali?

Sì, le adoro

66

Sì, a volte

14

No, ma voglio iniziare

10

No, mai

3

Quali?




IMPORTANTE: La missione del "Le piante come medicina e contro l'ipertensione, secondo Facundo Bitsch" è aiutarti a informarti, MAI sostituire il medico.

Nessun commento

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia

Scrivi il tuo commento in "Le piante come medicina e contro l'ipertensione, secondo Facundo Bitsch"

Commenti in Google+