Il mio tipo di pelle

Impara a sapere che tipo di pelle hai. Anche se nel mercato c'è una sempre più ampia offerta di creme e lozioni che promettono di rendere la pelle morbida e pulita, non va bene prendere la prima che capita...

Le creme e altri prodotti cosmetici promettono autentici miracoli sulla nostra pelle e in molti casi iniziamo ad usarli senza preoccuparci di un fattore molto importante da tenere in considerazione che deve essere contemplato prima di fare l'acquisto: qual è la nostra classificazione dermatologica?

E come non esistono due persone uguali, non esistono due pelli uguali. Allora stesso modo, non tutte le creme, lozioni e altri prodotti cosmetici, sono indicati per il nostro tipo di pelle. Quindi, è conveniente sapere questo dettaglio prima di lanciarci nell'uso indiscriminato di lozioni e creme, per quanto promettano miracoli sulla nostra pelle.

I vari tipi di pelle dipendono dalla proporzione di grasso prodotto dalle ghiandole sebacee e dalla loro distribuzione sull'epidermide. Questa classificazione prevedere quattro tipi: secca, normale, mista e grassa.

Se chiediamo a chiunque quale tipo di pelle ha, il primo impulso porterà a dire: normale. Ma questo tipo di pelle è il meno frequente. Potremmo quasi dire che è l'ideale a cui tutti aspiriamo e che pochi hanno. Si caratterizza per la quasi assenza di pori aperti, luminosità e morbidezza e per l'ottima flessibilità. Questo tipo di pelle non ha bisogno di grandi cure, oltre ad una corretta e abituale igiene, come di crema nutriente la notte e idratante di giorno.

All'estremità opposta c'è la pelle mista, la più frequente, caratterizzata dal contrasto tra una quantità considerevole di grasso nella cosiddetta zona T e una certa secchezza nel resto del viso. Quindi, conviene avere molta cura e stabilire su quale parte del viso applicare la crema grassa e in quali usare prodotti a PH neutro.

Le pelli più lucide sono quelle grasse, molto comuni in pubertà e più nelle persone more che in quelli dalla carnagione chiara. In questi casi, conviene curare molto l'igiene e l'idratazione, evitando le creme grasse.

Infine, la pelle secca è forse quella più sottile e quindi la più fragile di tutta la classificazione dermatologica e la più propensa a presentare rughe. La sua cura evita l'esposizione al freddo, che aumenta la secchezza, prevede un'idratazione maggiore ed evita l'uso di polveri per il trucco.


Nessun commento

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia

Scrivi il tuo commento in "Il mio tipo di pelle"

Commenti in Google+