Controindicazione della creatina

Effetti collaterali del consumo di creatina nello sport

Gli aiuti esterni, come l'uso della creatina per aumentare la resa sportiva, giocano un ruolo essenziale nel recupero dello stimolo dell'allenamento. Ad ogni modo, è importante conoscerne le controindicazioni, perché questo aiuto non diventi un problema.

La creatina è il supplemento più usato negli ultimi anni nell'ambiente sportivo di alto rendimento competitivo. Il suo uso è concesso dal Comitato Olimpico Internazionale, quindi il suo consumo non è considerato doping.

Gli effetti positivi sul rendimento sportivo sono molti, tra cui l'aumento della forza e della massa muscolare. Ma le controindicazioni che si possono notare sono:

  • Crampi muscolari

    Delle ricerche effettuate da specialisti confermano che il consumo di creatina può causare crampi muscolari, a causa di uno squilibrio nell'equilibrio elettrolitico muscolare. Ma ci sono molti studi che affermano il contrario, quindi non esiste un'evidenza scientifica valida che dimostri che la creatina può causare crampi muscolari durante l'esercizio. Probabilmente, la comparsa di questi disturbi si doveva all'intensità dell'esercizio e non all'uso di creatina.

  • Problemi gastrointestinali

    Esistono studi che non registrano la comparsa di disturbi gastrici e intestinali per l'uso della creatina, se viene sciolta prima di assumerla. Invece, ci sono ricerche che confermano nausea, vomito e diarrea dopo l'assunzione, soprattutto se prolungata dai 3 ai 5 mesi. In questo caso, l'assunzione combinata della creatina con il glucosio può causare questo tipo di disturbi perché satura la capacità di assorbimento dell'intestino.

  • Effetti sulla funzione renale

    Questa è la principale controindicazione, le persone con problemi renali non dovrebbero prendere creatina perché può causare disturbi, in quanto si elimina attraverso i reni con il suo metabolito, la creatinina. Gli studi di Green Haff, P.L. Poortmans, non hanno individuato effetti collaterali nella funzione renale per l'uso di creatina come supplemento alimentare. In generale, bisogna evitare un'assunzione eccessiva a lungo termine, quindi non più di 10 grammi per più di 10 giorni, per evitare problemi renali.

  • Effetti sulla funzione epatica

    Earnest e collaboratori non hanno individuato aumenti nella bilirrubina serica e l'urea dopo l'assunzione di creatina. Robisnson et al. hanno confermato che la creatina assunta a breve termine (20 grammi/giorni, per 5 giorni) o a lungo termine (3 grammi/giorno, per 63 giorni) non causa effetti collaterali sul fegato.

Ma gli studi sono molto recenti quindi gli effetti a lungo termine non si conoscono ancora bene. Si raccomanda di non eccedere la quantità né il tempo di assunzione di creatina, e ogni due o tre mesi di sospendere il suo uso per favorire un recupero organico.


IMPORTANTE: La missione del "Controindicazione della creatina" è aiutarti a informarti, MAI sostituire il medico.

1 commento in "Controindicazione della creatina"

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia
Stiamo caricando i commenti!

Alison ...

I often visit your blog and have noticed that you don't update it often. More frequent updates will
give your page higher rank & authority in google.
I know that writing posts takes a lot of time, but you can always help
yourself with miftolo's tools which will shorten the time of creating an article to a few
seconds.

0

28 giu, 2018 - 04:12:42

Scrivi il tuo commento in "Controindicazione della creatina"

Commenti in Google+