Alimentazione nel disturbo bipolare

Alimenti per i disturbi maniaco depressivi

Si sente sempre più parlare di disturbi bipolari o maniaco depressivi e di come questi colpiscano la salute di chi ne soffre. Anche se il trattamento principale dev'essere a carico del medico specialista, il paziente deve cambiare le proprie abitudini per trattare tale disturbo.

Il disturbo bipolare o maniaco depressivo è una malattia che presenta degli alti e bassi emotivi (ira, tristezza, allegria). Questi estremi colpiscono sia lo stato emotivo che quello psichico e fisico.

Si pensa che il trattamento per il disturbo bipolare debba essere integrale, includendo: il trattamento medico, dei cambiamenti di abitudini e la psicoterapia.

Tra i cambiamenti di abitudini si deve includere il cambiamento di dieta, che gioca un ruolo importante per il trattamento di questa malattia. L'alimentazione dev'essere completa, armonica ed equilibrata, deve contenere alimenti che possono aiutare a trattare il disturbo maniaco depressivo.

Quali alimenti aiutano a trattare il disturbo bipolare?

  • Alimenti con triptofano: Essendo un amminoacido precursore della serotonina, un neuro trasmettitore che evita la depressione. In questo gruppo di sono: aglio, cipolla, avena, cavolo, zucca, pomodoro, fave, mango, fichi, agrumi, castagne, semi di sesamo, pesce, uova, latte, soia, ecc.
  • Alimenti con tirosina: Questo amminoacido attraversa la barriera cerebrale, riducendo gli stati maniaco depressivi. Oltre ad aiutare ad usare la vitamina B3 e la vitamina C nella sintesi di alcuni neuro trasmettitori, come la dopamina e la noepinefrina. Tra questi alimenti ci sono: lattuga, asparagi, carote, spinaci, soia, cetriolo, crescione, prezzemolo, mele, anguria, ecc.
  • Alimenti con fenilalanina: amminoacido essenziale per la sintesi della norepinefrina nel cervello. In questo gruppo ci sono: Mandorle,legumi, prezzemolo spinaci, soia, pomodoro, ananas, avocado, tra gli altri.
  • Alimenti con acido folico: offre equilibrio ai processi chimici del cervello. Tra questi alimenti si trovano: asparagi, lievito di birra, broccoli, cavolo, barbabietola, soia, spinaci, germe di gano, cereali integrali, mandorle, noci, avocado, ecc.
  • Alimenti ricchi di vitamina B6: Questa vitamina favorisce la trasformazione di triptofano in serotonina. In questo gruppo ci sono: banana, avocado, riso integrale, legumi, noci, spinaci, semi di girasole, soia, ecc.
  • Magnesio: Esercita un'azione sedante, riducendo la tensione nervosa e l'irritabilità. Alimenti che lo contengono: mandorle, riso integrale, carote, lenticchie, verdure a foglia verde, pomodori, soia, orzo, semi di sesamo, agrumi, mela, pesce, ecc.
  • Alimenti con zinco: lo zinco aiuta a ridurre il nervosismo e l'ansia. Alimenti ricchi di zinco: mandorle, noci, avena, semi di zucca, cereali integrali, prezzemolo, patate.
  • Alimenti con acido omega 3: questo acido mono insaturo aiuta a prevenire disturbi emotivi. In questo gruppo ci sono: semi di lino, semi di chia, noci, mandorle, olio di canola, pesce di mare, ecc.

In conclusione, e considerando questi nutrienti, nel trattamento di disturbi maniaco depressivi, è possibile affermare che seguendo un'alimentazione completa, equilibrata, con alto contenuto di verdure, frutta, pesce e frutta secca, si può contrastare questa patologia.


IMPORTANTE: La missione del "Alimentazione nel disturbo bipolare" è aiutarti a informarti, MAI sostituire il medico.

Nessun commento

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia

Scrivi il tuo commento in "Alimentazione nel disturbo bipolare"

Commenti in Google+