Alcalinità e acidità

Alimenti alcalinizzanti e acidificanti

Alcalinità e acidità sono concetti opposti che con una giusta comprensione possono risolvere dei problemi di salute. Non significa che l'acido sia cattivo e l'alcalino buono, visto che sono necessari entrambi e si completano. La soluzione è alcalinizzare l'organismo per neutralizzare la sua acidità.

Alcalinità e acidità sono concetti opposti che con la giusta comprensione possono risolvere dei problemi di salute.

L'acidità e l'alcalinità rispondono al modo di classificare la reazione di qualunque elemento, soprattutto se liquidi. Il grado di acidità o alcalinità si misura con una scala di ph (potenziale di idrogeno) che va da 0, acido estremo, a 14, alcalino estremo, e al centro con valore neutro il 7.

Questo non significa che l'acido sia negativo e l'alcalino positivo, visto che entrambi si necessitano e sono complementari. Le cellule del nostro corpo devono alimentarsi, eliminare i rifiuti e rinnovarsi costantemente. Per queste funzioni, il sangue è fondamentale, porta i nutrienti, come l'ossigeno, e recupera i residui tossici che genera la trasformazione.

Il livello del sangue deve oscillare tra un sottile margine 7,35 e 7,45; quando si superano questi limiti, il sangue perde la capacità di immagazzinare ossigeno e nell'altro estremo perde efficacia nell'eliminare le scorie.

Un metabolismo cellulare efficiente esige una costante circolazione di flusso di un ambiente alcalino per neutralizzare gli acidi. Il sangue deve ottenere abbastanza basi dagli alimenti, in caso di mancanza, questo cerca dei meccanismi per preservare l'equilibrio, tra cui il deposito di acidi dei tessuti, causando, reumatismi, problemi circolatori, ecc.; un altro meccanismo è ricorrere alla sua riserva alcalina, calcio, magnesio, potassio, depositati nelle ossa, articolazioni, ecc.

Ecco come funziona il meccanismo di decalcificazione e demineralizzazione, che portano al deteriorarsi delle ossa, degradazione delle articolazioni, capelli deboli, lesioni alle mucose, disturbi respiratori. Normalmente questi sintomi non si associano all'acidità, un esempio è la osteoporosi, malattia associata all'acidificazione, erroneamente si combatte con alimenti lattei che per il loro apporto acido aggrava il problema. La soluzione è alcalinizzare l'organismo per neutralizzare la sua acidità.

Visto che l'eccesso di acido si elimina attraverso i reni e l'urina, questa è un buon indicatore di quello che accade nel nostro organismo, colore pallido, mal di testa, dolori reumatici, nevralgia, sono sintomi di un accumulo anomalo di sostanze acide, il semplice apporto di sostanze alcaline fanno sparire questi sintomi.

Un esempio che spiega questa teoria è che dopo varie ore di intenso e continuo lavoro che ci fa sentire appesantiti, se usciamo a camminare, ci ossigeniamo adeguatamente, ci sentiamo molto meglio. L'ossigeno brucia gli acidi organici, trasformandoli in anidride carbonica, eliminata dai polmoni.

Vari studi dimostrano che la frutta e la verdura selvatiche possiedono una maggior quantità di sali alcalini di quelle coltivate. O che dopo un giorno di digiuno con succhi di frutta, il giorno dopo notiamo una sensazione di sollievo generale. La frutta maturata artificialmente, nelle serre, non si comporta più come alcalinizzante.

William Howard suggeriva una proporzione in volume del 20% di alimenti acidificanti e 80% alcalinizzanti

Alimenti alcalinizzanti e acidificanti

L'acqua distillata è neutra con ph 7.
Tutta la frutta e la verdura e alcalinizzante, anche se la frutta ha ph basso che la rende acida. Dobbiamo considerare che non è la stessa cosa la reazione chimica di un alimento fuori o dentro all'organismo. Quando un alimento viene metabolizzato, può generare una reazione totalmente diversa dalla sua caratteristica originale.

Abbiamo come esempio il limone o il miele, entrambi con ph acido, ma una volta nell'organismo, generano una reazione alcalina. Al contrario, con le cellule animali, la combinazione delle nostre cellule con quelle ingerite di origine animale lasciano dei residui tossici e acidi.

Alimenti dalla metabolica alcalinaAlimenti dalla metabolica acida
Uva frescaPancetta di maiale
MandorlePollo bollito
DatteriCarne di vitello
BarbabietolaBianco d'uovo
CarotaSalmone fresco
SedanoSgombro fresco
MeloneNoci
PompelmoPane di farina raffinata
CavoloFormaggio vaccino
PomodoroRiso bianco bollito
LimonePasta con farina raffinata
Mela

Anche i minerali giocano un ruolo molto importante. Sono acidi gli alimenti con un alto contenuto di zolfo, fosforo e cloro e alcalino quelli che contengono calcio, magnesio, sodio e potassio.

In generale i cereali generano rifiuti acidi più con il grano e il mais e meno con orzo, quinoa.

Invece i legumi e i semi sono leggermente acidificanti per il loro contenuto proteico, ma con differenze.

I latticini sono elementi acidificanti, il latte fresco intero è un po' più alcalino.

Alcune qualità di alimenti si perdono nell'acqua di cottura, ecco perché bisogna cuocerli a vapore. Per questo è importante il calore nutrizionale del brodo che conserva tutto il contenuto alcalino delle verdure e risulta tanto riequilibrante nei malati e convalescenti.

Acidi buoni e cattivi

Tra i benefici ci sono quelli della frutta, il citrico, tartarico, ecc. Questi sono acidi deboli che una volta metabolizzati nell'organismo si combinano con i minerali, sodio, calcio, potassio e generano i sali minerali.

Dall'altro lato c'è l'acido ossalico, presente delle biete, spinaci, che diminuisce l'assorbimento del calcio. L'acido benzoico, presente nelle prugne è controindicato per la gotte e i reumatismi. Questo non significa che dobbiamo eliminare il consumo di questi alimenti, ma bisogna moderarli se soffriamo di queste patologie.

Sono sconsigliate le bibite gassate, che contengono additivi e acidificanti.

Gli acidi presenti nella carne, salumi e latticini, una scorretta eliminazione di acidi come quello urico danno origine a problemi quali artrite, artrosi, reumatismi, ecc.

Una dieta vegetariana che esclude la carne non è necessariamente l'ideale se si consumano troppe uova, formaggi, legumi, cereali raffinati, caffè, tè, cioccolato, bibite gassate, zucchero bianco.


1 commento in "Alcalinità e acidità"

Puoi lasciare un commento, da Facebook e Google+, o se si preferisce farlo in modo anonimo dal nostro sistema di commenti

Commenti in Facebook
Commenti in Innatia
Stiamo caricando i commenti!

Dina ...

Hello. I see that you don't update your site too often. I know that writing content is
boring and time consuming. But did you know that there is a tool that allows
you to create new posts using existing content (from article directories or other pages from your
niche)? And it does it very well. The new articles are high quality
and pass the copyscape test. Search in google and try: miftolo's tools

0

26 nov, 2018 - 01:06:14

Scrivi il tuo commento in "Alcalinità e acidità"

Commenti in Google+